GENTI IN VIAGGIO E IL DISTRETTO CULTURALE DEL BARRO
Sperimentare modelli di coesione sociale attraverso lo scambio dell’arte e delle culture

Dopo quattro intensi anni di lavoro di rete, alla fine del 2012, è stato costituito il distretto culturale del Barro, a cui hanno aderito la Comunità Montana del Lario Orientale e della Valle San Martino, il Parco del Monte Barro, i comuni di Lecco, Civate, Malgrate, Galbiate (sede del distretto), Pescate, Garlate, Olginate, Monte Marenzo, Valgreghentino, la Provincia tramite l’Ecomuseo dei Monti e laghi briantei.
Coesione sociale e identità culturale del territorio sono i due cardini su cui vengono sviluppate dal 2009, le attività ispirate al concetto di “arte motore di trasformazione sociale responsabile”.
L’attenzione alle fragilità ed alle “periferie sociali” del nostro territorio, insieme alla promozione dei temi della sostenibilità, delle relazioni umane solidaristiche, di un corretto rapporto tra uomo-natura e tecnologia, segna le attività contenute anche nel programma 2013.
Da quest’anno verrà intrapresa il coinvolgimento diretto delle nuove generazioni del distretto, attraverso una serie attività artistiche e culturali che si svolgeranno nelle scuole primarie dell’obbligo ed in quelle superiori.
La sfida ambiziosa è quella di invitare i giovani cittadini in spazi in cui pensare, progettare sperimentare le “prove generali di futuro”, con progetti di arte sociale che li coinvolgano attivamente.
Verranno creati laboratori di arte, cultura, economia, educazione, dove possano iniziare a familiarizzare con i temi della cittadinanza attiva, dove l’abitare, l’alimentazione, la mobilità, la cura degli individui e la preservazione del loro habitat e del paesaggio, diventino la palestra di crescita di consapevolezza e di coscienza civica e sociale.
Il monte Barro, diventa la montagna sacra a cui consegnare il ruolo di testimone di questa sperimentazione sociale che si realizzerà alle sue falde. Lo riteniamo un apprezzabile tentativo per dare altro ossigeno al tema “Nutrire il pianeta” dell’Expo 2015, intendendo questo invito come stimolo all’attenzione alle relazioni umane. Nutrire il pianeta di relazioni, questo è il compito che ci prefiggiamo partendo dalle nostre comunità.

Genti in Viaggio è il motore di questa impresa, ed ha dato il via già nel 2009 ad attività culturali ed opere artistico-sociali che mirano a trasformare questa piccola montagna domestica in un luogo simbolo dove sperimentare la capacità dell’arte di di favorire l’integrazione e lo sviluppo sostenibile delle comunità che vivono alle sue pendici.
Collaborano con/in essa un network di associazioni artistiche, culturali, di solidarietà ed assistenza, e di persone e famiglie, in gran parte operanti nel terzo settore e nel settore educativo pubblico. Genti in Viaggio ha il privilegio di collaborare con una serie di artisti e “militanti del cambiamento”, tra essi Michelangelo Pistoletto con Cittadellarte di Biella e Love difference.

L'Associazione Genti in Viaggio
e il Distretto Culturale del Barro


I tavoli del Mediterraneo

Rebirth-Day

Convegno: abitare le diversità

 
   


part. IVA 01270610130 - crams.lecco@tiscali.it

credits

 
home